×
ACRE

Open letter by Giorgia Meloni and Jan Zahradil

17 May 2019

Originally published in Italian in Corriere della Sera

(Italian version below)

 

We are only a few days away from the European Parliamentary Election on the 26thof May, the most important democratic exercise in our continent, and a decisive moment for the future of Europe. 

Fratelli d'Italia has joined the European Conservatives and Reformists Group, a decision made because of our shared values and ideals set out in the Prague Declaration, the founding document of the group from 2009.

The European Conservatives and Reformists Group is currently the third largest in the European Parliament, with 18 delegations, who have been a strong opposition on the European level in the last mandate. In the next mandate, we are convinced that we will continue to be important thanks to the contribution of Fratelli d’Italia, and with significant representation from the nations of Mediterranean Europe. 

On the 26thof May, citizens will be asked to choose what kind of future they want for the European Union. The debate on the future of the EU cannot be reduced to a choice between a federal Europe or the dissolution of the EU. We, as European conservatives, were the first to call for the reform of the Union; and we were the first to understand the EU has overreached and has become too bureaucratic and controlling, often going against the will of the people. 

That is why we want to change Europe, proposing an alternative vision. We believe in reform of the EU, to create a Europe that is a community of free and sovereign states that choose to cooperate with each other on fundamental issues, but that can continue to make decisions closer to the people. We believe in a Europe that can defend its borders against uncontrolled immigration and face the threat of Islamism. We believe in a market economy that can support business without the need for European level taxes and red tape; we believe in personal freedom, and we believe in the Christian foundations of Europe, including family values. In accordance with these principles, we are convinced that the European Conservatives and Reformists can be key to the composition of the next European Parliament and push for genuine reform of the EU. 

In Europe the time has come to break the Grand Coalition and move to the right, taking the Union in a new direction. The federalists believe that we would destroy Europe, but this is not the case. The only way to save the European Dream is to reform Europe, creating an EU that does less but better. These elections will be crucial for the Union and its role in the globalised world. If we can fulfil our agenda and show our citizens that the European Union is here to protect the interest of all its Member States, we will have brought about real change in Europe. 

This election will be different from previous ones. A new realignment seems possible, and we conservatives are ready to reshape the EU, so let’s seize the moment and commit ourselves to responding to the concerns of our citizens. The time for Change is now. 

 

Giorgia Meloni

Jan Zahradil

_________________________________________________________________________________________

 

Mancano pochi giorni alle elezioni del Parlamento europeo del 26 maggio, l'esercizio democratico più importante del nostro continente, un momento decisivo per il futuro dell’Unione.

Fratelli d’Italia ha aderito con convinzione al gruppo parlamentare e al partito dei Conservatori europei, una scelta dettata dalla condivisione dei valori e degli ideali della Dichiarazione di Praga, documento costitutivo del 2009. Il gruppo dei Conservatori europei è attualmente la terza forza in ordine numerico del Parlamento europeo, è un gruppo solido con delegazioni provenienti da 18 Stati membri, ed è stato protagonista a livello europeo della legislatura appena conclusa.

Per il prossimo mandato, abbiamo la convinzione di continuare ad essere centrali grazie al contributo di Fratelli d’Italia che porterà al gruppo una significativa rappresentanza dalle nazioni dell’Europa mediterranea

Il 26 maggio, ai cittadini sarà chiesto di scegliere che tipo di futuro vogliono per l'Unione europea. Il dibattito sul futuro dell'UE non può essere ridotto a una scelta tra una Unione pienamente federale o la dissoluzione della UE. Noi come Conservatori europei, siamo stati i primi in Europa a chiedere a gran voce una riforma dell’Unione, siamo stati i primi a capire che questa Unione europea, questo super-Stato burocratico che tutto regola e controlla, spesso contro la volontà dei suoi popoli, ha fallito.

Per questo motivo vogliamo cambiare tutto in Europa, proponendo una visione alternativa e concreta.

Noi crediamo in una riforma dell’Unione, in un’Europa che sia una communità di Stati nazionali liberi e sovrani che scelgono di cooperare tra loro su alcune materie fondamentali, ma che mantengono la propria autonomia sulle scelte più vicine ai cittadini. 

Noi crediamo in un’Europa che sappia difendere i propri confini dall’immigrazione incontrollata e la propria sicurezza dalla minaccia del fondamentalismo islamico; crediamo in un’economia sociale di mercato che sappia sostenere le imprese senza aggiungere tasse e burocrazie europee a quelle nazionali; crediamo nella libertà della persona, ma combattiamo il relativismo culturale, in nome della nostra civiltà cristiana e della famiglia.

Tenendo fede a questi principi, siamo convinti che i Conservatori europei potranno essere centrali nella composizione del prossimo Parlamento europeo e fondamentali per avviare una vera riforma dell’Unione. 

In Europa è arrivato il momento di rompere l’asse Popolare/Socialista per spostarlo a destra portando l’Unione verso una nuova direzione. La narrativa del pensiero federalista ci descrive come i distruttori dell’Europa, non è così. L’unico modo per salvare il sogno europeo è quello di riformare l’Europa, creando una communitá che faccia meno ma meglio. Queste elezioni saranno determinanti per l'Unione e per il suo ruolo in questo mondo globalizzato. Se realizzeremo la nostra agenda e se sapremo mostrare ai nostri cittadini che l’Unione europea è qui per tutelare gli interessi di tutti, avremo portato il vero cambiamento per l’Europa.

Questa competizione elettorale sarà diversa dalle precedenti. Nuovi equilibri sembrano possibili, noi Conservatori siamo pronti a ri-sintonizzare l’Unione europea, cogliamo l’attimo e impegniamoci ancor più che nel passato per rispondere alle preoccupazioni dei nostri cittadini. Il momento di cambiare tutto in Europa è ora.

 

Giorgia Meloni

Jan Zahradil